Fuoritraccia

Newsletter

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Home » News » Info
A+ R A-
Info

Info

E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Tre inediti per Horrible Tapes

Domenica 01 Agosto 2021 13:50 Pubblicato in News
Invasion of the blood farmers, Criminally insane e Nightbeast sono i tre nuovi inediti horror della collana Horrible Tapes
 
Dopo aver distribuito in dvd The children, Jesse James meets Frankenstein, The horrible house on the hill e i cult diretti dal maestro del trash Ed Wood, Horrible Tapes torna a deliziare i collezionisti e fan irriducibili della celluloide di genere lanciando su disco digitale tre rarità inedite disseppellite dal sottobosco underground dell’horror.  
 
Tutti in versione originale provvista di sottotitoli italiani, sono infatti disponibili Invasion of the blood farmers – L’invasione dei contadini assassini di Ed Adlum, Criminally insane – La grassa grossa follia omicida di Ethel di Nick Millard e Nightbeast – La bestia notturna venuta dallo spazio di Don Dohler.
 
 
Invasion of the blood farmers – L’invasione dei contadini assassini (1972)  Un gruppo di contadini della contea di Westchester, New York, pianificano di resuscitare la loro regina utilizzando il sangue drenato dai malcapitati cittadini che cadono nelle loro trappole.
 
 
Criminally insane - La grassa grossa follia omicida di Ethel (1975)  Dimessa dall’ospedale psichiatrico, Ethel va a vivere con sua nonna, ma sviluppa presto un insaziabile appetito, tanto che l’anziana mette sotto chiave le scorte di cibo, preoccupata per la salute della nipote, Ethel, però, la uccide e, ormai senza freni, soddisfa la sua fame uccidendo chiunque osi ostacolarla.
 
 
Nightbeast – La bestia notturna venuta dallo spazio (1982)  A bordo di una navicella spaziale, un sanguinario alieno si schianta nei pressi di una piccola cittadina americana, dove comincia a mietere vittime mentre uno sceriffo tenta in ogni modo di fermarlo.
 
 
In uscita il 30 Settembre 2021 per Spaghetti Horror, Invasion of the blood farmers – L’invasione dei contadini assassini, Criminally insane – La grassa grossa follia omicida di Ethel e Nightbeast – La bestia notturna venuta dallo spazio sono acquistabili in esclusiva da questa pagina: https://www.spaghettihorror.it/prodotto/horrible-tapes-video-pack-promo-3-dvd-uscite-settembre-2021/
 
Per i primi 50 pre-order di tutti e tre i titoli è prevista l’offerta speciale al prezzo di euro 29.90 inclusa spedizione, anziché euro 44.70.
 

Campanella racconta “bugie cattive” a CG Entertainment

Martedì 15 Giugno 2021 22:02 Pubblicato in News
Strepitosamente… flop, Cattive inclinazioni, Bugie rosse: le più importanti opere cinematografiche di Pierfrancesco Campanella, dopo essere state recentemente rieditate in dvd e rese visionabili sia attraverso la piattaforma CG Digital che on demand nella App Samsung TV Plus, sono ora al centro di una nuova originale operazione di marketing che prevede la collaborazione con i più importanti social. In pratica il regista realizzerà per ogni film scelto, tra quelli da lui diretti, un video che sarà diffuso su  Youtube, Facebook e Instagram nel quale rivelerà attraverso il suo consueto stile ironico retroscena, aneddoti e curiosità. A distanza di due giorni da ogni singola clip, il relativo film completo sarà disponibile gratuitamente su Youtube, con premiere ad orari tassativi che saranno di volta in volta comunicati sul web. Questa originale operazione arriva un po’ a sorpresa, visto che Campanella finora non ha mai sbancato il box office, tanto meno è mai stato “protetto” da una certa critica “intellettualoide”. Parlando di sé, lo stesso interessato ammette spiritosamente di non possedere la geniale visionarietà di Fellini, né il sublime rigore di Visconti e neppure la raffinata eleganza stilistica di Zeffirelli. Eppure, nella variegata galassia del cinema, Campanella ha un suo perché e occupa un proprio piccolo spazio. Chi lo conosce bene lo definisce comunque un grosso “personaggio”, nel bene e nel male. Dotato a suo modo di una sottile “genialità” molto particolare, fatta di intelligenza, estrosità, fantasia, imprevedibilità e, soprattutto, tanta caustica ironia. Finora forse gli sono mancate le occasioni “giuste” per dimostrare in pieno la sua forte personalità al grande pubblico e agli addetti ai lavori. Il mondo del cinema è regolato da logiche spietate e non sempre viene premiato chi più vale. Ma Pierfrancesco non ama lamentarsi, mantenendo sempre un atteggiamento di grandissima dignità e onestà intellettuale e portando avanti con determinazione il suo percorso artistico del tutto personale, orientato soprattutto a mettere a nudo i lati più reconditi e oscuri dell’animo umano, che si tratti in chiave di thriller o di commedia. Anticonformista per natura, ribelle e insofferente a qualsiasi tipo di compromesso, tira dritto, fregandosene del “sistema” e del “politicamente corretto”. Un vero, originalissimo, cane sciolto, autonomo e indipendente. Eppure, che piaccia o meno, Pierfrancesco Campanella esiste e resiste. E questo lo rende ancora più “pericoloso” agli occhi dei suoi denigratori. Campanella è “artista” dentro, il suo mondo di celluloide è un irripetibile  e micidiale cocktail di eccessi e contraddizioni, la cui peculiarità è lo sfrontato e sublime disprezzo per il banale e lo scontato.  
 
 
È giusto quindi questo tributo organizzato da CG Entertainment, un riconoscimento all’impegno e alla dedizione che Campanella ha profuso in tutti questi anni, con amore e  smisurata passione, guadagnandosi una personale “nicchia” di estimatori e appassionati cinefili che, puntualmente, collezionano i suoi lavori nei diversi supporti audiovisivi.
 
 
Ecco il calendario dei prossimi appuntamenti
 
 
Clip di Presentazione su Youtube, Instagram, Facebook:
 
 
CATTIVE INCLINAZIONI Martedì 22 Giugno, ore 17,00
 
BUGIE ROSSE Martedì 29 Giugno, ore 17,00
 
 
 
Premiere dei film completi:
 
STREPITOSAMENTE… FLOP Giovedì 17 Giugno, ore 21,00
 
CATTIVE INCLINAZIONI Giovedì 24 Giugno, ore 21,00
 
BUGIE ROSSE Giovedì 1 Luglio, ore 21,00
 
 
 
I trailer:
 
STREPITOSAMENTE… FLOP    https://www.youtube.com/watch?v=krLxpbHuG5M
 
CATTIVE INCLINAZIONI      https://www.youtube.com/watch?v=7nLSKzx4nPo
 
 

The Conjuring - Per ordine del diavolo

Giovedì 03 Giugno 2021 21:38 Pubblicato in Recensioni

Quando è stato annunciato che James Wan avrebbe passato il timone di The Conjuring al regista Michael Chaves (La Llorona), sono state molte le reazioni perplesse e non propriamente entusiaste. Forse perché quei due primi capitoli avevano quel qualcosa che li rendeva nettamente diversi dalla maggior parte degli horror contemporanei godendo del tratto inconfondibile di Wan. A distanza di due anni dalla fine di una lunga post produzione, tra un lockdown e l’altro, l’attesa è finita e Per ordine del Diavolo è approdato nelle sale italiane.  Questo terzo capitolo vede i Warren coinvolti in un caso assai complesso e di natura piuttosto diversa dal precedente Caso Enfield. A seguito della violenta uccisione del suo datore di lavoro, Arne  Johnson viene arrestato, ma a dispetto delle ipotesi più prevedibili, il ragazzo durante l’interrogatorio si dichiara non responsabile dell’omicidio avvenuto, affermando di essere stato posseduto da una forza demoniaca e di essere stato obbligato ad uccidere per Ordine del Diavolo. Da qui inizia per Ed e Lorraine una lunga e insidiosa indagine sull’identità di questa pericolosa forza che minaccia l’esistenza di Arne. Una ricerca costellata da sinistre scoperte che hanno come principio la scomparsa di due ragazze avvenuta qualche tempo prima dell’omicidio e che portano alla macabra pista dell’occultismo e dell’adorazione del maligno. Ispirato al caso Demon Murder Trial, ribattezzato dalla stampa americana “processo al demonio assassino”, tra le pagine più controverse della storia giudiziaria americana, il film ripercorre gli eventi realmente accaduti nel 1981 ad Arne Cheyenne Johnson, il quale a seguito dell’omicidio del suo datore di lavoro, fu condannato alla pena di soli 5 anni di prigione, poiché ritenuto psicologicamente influenzato da una possessione demoniaca al momento dell’assassinio (pertanto responsabile di omicidio colposo e non intenzionale). Il caso di Arne Johnson fu ampiamente influenzato dalle indagini effettuate da parte dei coniugi Warren, i quali si impegnarono ad investigare sulle forze occulte che dimoravano nel corpo del giovane, arrivando a dimostrare l’effettiva possessione demoniaca al momento dell’omicidio. Se dovessimo fare un bilancio di ciò che funziona nel film e ciò che invece non convince appieno, la stima è piuttosto deludente. Iniziando dagli aspetti positivi, possiamo sicuramente elencare la volontà di spostare l’attenzione su un caso di natura diversa dai precedenti, tentando di percorrere la strada dell’indagine investigativa. La scelta di focalizzare su alcuni elementi non propriamente horror, piuttosto lontani dalle atmosfere sovrannaturali, restituisce un ritratto dal respiro più thriller. Tuttavia è qui che risiede il limite più evidente di questo lavoro e cioè quella voglia di fondere storie, di allacciarsi ad altri racconti (sempre dell’universo della saga), di inglobare più elementi possibili ed espedienti che poco hanno a che fare con la vera identità di The Conjuring. La tendenziosa smania di originare nuove saghe, di sviluppare nuovi plot porta alla realizzazione di film sempre più simili tra loro. Operare solo di moltiplicazione non porta il più delle volte a risultati stimolanti e davvero degni d’esser raccontati. E’ seccante ammetterlo, ma sono numerose le scene nel film che soffrono di una certa mancanza di coerenza con il tessuto narrativo e che introducono elementi (del tutto fuori luogo) collocati al solo scopo di incrementare una tensione che purtroppo è parecchio debole per poter spaventare sul serio (es. quel cadavere opulento che si dà all’inseguimento dei Warren è qualcosa di inaccettabile per una storia incentrata sul demonio).  Detto questo, mettiamo un bel punto sulle cose che non riescono a far decollare questo capitolo, concludendo invece con una delle poche cose che funzionano come quell’abilità nel ricostruire vicende tratte dal passato attraverso montaggi alternati e paralleli capaci di far rizzare i peli.  Menzione speciale va anche ai titoli di coda, i più belli di sempre. 

Giada Farrace

Stop! con Anna Ferzetti: il consenso inarrestabile

Giovedì 03 Giugno 2021 23:06 Pubblicato in News
Molti sono i consensi che sta raccogliendo Stop!, cortometraggio diretto dall’esordiente Salvatore Fazio e co-prodotto da Alfonso Maria Chiarenza e Massimiliano Bruno.
Interpretato da Anna Ferzetti, candidata ai David di Donatello 2020 e recentemente vista nella serie televisiva Curon e in Tutti per 1 – 1 per tutti di Giovanni Veronesi, Stop! Include nel cast Andrea Venditti, Giancarlo Porcari, Chiara Tron, Marco Landola, Federico Maria Galante, Silvia Maria Vitale, David Marzullo, Andrea Galasso e Daniele Blando. 
 
 
Ambientato nel 2050 su un pianeta Terra ridotto allo stremo dal surriscaldamento globale e in cui, mentre una ragazza si trova a dover affrontare il proprio passato, una donna, a quanto pare, può rappresentare la salvezza, Stop! racconta un futuro distopico. Una società in cui, appunto, il surriscaldamento globale sta arrivando al punto di non ritorno.
 
Si può quindi parlare di un’opera fanta-ecologica, di un corto che mira a far riflettere gli spettatori su un tema molto attuale, ma che viene ancora sottovalutato, e su come l’avvenire del nostro pianeta possa essere strettamente intrecciato alla nostre vicende personali.
 
Un’opera che, selezionata presso non pochi concorsi dedicati alla Settima arte, tra cui il Beyond Earth Film Festival 2021 e il Vision Film Festival 2021, si è aggiudicata il premio per il miglior cortometraggio nella categoria ECOrti al CortiSonantiAward 2020 e il Best Short Female Theme al Mirabilia International Film Award.
 
Due prestigiosi riconoscimenti che non possono che testimoniare il grande valore di Stop!, distribuito da Prem1ere Film e sceneggiato da Bruno stesso insieme al regista.
 
E si tratta soltanto dei primi ottimi risultati nati dalla collaborazione tra Chiarenza e Bruno, già all’attivo su nuovi appassionanti progetti che vedranno la luce nei prossimi mesi.